MODA SVIZZERA NEL MONDO

SI ACCENDONO LE LUCI DELLO SWISS FASHION WORLD

La moda svizzera si espande globalmente grazie alla Camera Nazionale della Moda Svizzera

photo-FRANCO TARANTO-10-12

Lo SWISS FASHION WORLD ha iniziato un percorso creativo che promuove gli stilisti del “Made in Switzerland” non solo in Patria ma anche nelle piazze più prestigiose del fashion system mondiale.

Berna, Campione, Dubai, Londra, Lugano, Milano, New Work, Parigi, Roma saranno i palcoscenici dei prossimi anni. Si avrà la possibilità di dimostrare che la Svizzera non è solo patria di orologi  e  gioielli,  ma  che  può  essere  anche  una  fucina  di  taglio  e  cuci.  L’ associazione  che  è  un  riferimento  per  tanti  stilisti  svizzeri.

È  un’ occasione  straordinaria  per  rendere  visibile  il  lavoro che c’ è dietro, veicolando ed esaltando l’estro e la genialità, spesso mettendo accanto gli stilisti svizzeri a big della moda internazionale. Cominciare  oggi  per  un  giovane  stilista  è  una  sfida entusiasmante ed impegnativa per riuscire ad emergere. Richiede investimenti notevoli, determinazione e talento. Ma proprio per questo l’ impegno della Camera è di accompagnarli in un percorso importante con umiltà, dedizione e professionalità e garantire l’ immissione  di  forze  giovani  nel  mondo  della  moda  per  salvaguardare  il  patrimonio creativo e culturare del nostro paese  in ambito moda. Ricordiamo inoltre che la Camera rappresenta  ufficialmente  nel  mondo  la  moda  svizzera  essendo  anche nell’ Executive dell’ European Fashion Council che raggruppa diverse camere della moda del mondo.

photo-FRANCO TARANTO-10

Il  Canton  Ticino è  diventato  un polo logistico per le aziende della moda. La CNMS ha creato negli anni diversi eventi internazionali come  SWISS FASHION WORLD e MODA SOTTO LE STELLE  eventi  che salvaguardano la storia dei più alti valori culturali della moda svizzera, con  notevole visibilità per i giovani designer di talento svizzeri.  Ma che  contengono  anche  momenti  di  riflessione in contenitori di alta qualità con temi che la Camera ha già trattato in passato, sul tessile e abbigliamento ma anche  altri  temi  che  saranno  riproposti  ancora  come:  Anoressia  “Il Male dell’ apparire”  nel terzo millennio  –  Economia  “Il  settore  bancario  e  la  moda”  Sinergie e collaborazioni vincenti – Contraffazione “Le sue origini le sue nuove forme” – Logistica “La Svizzera come polo nella logistica della  moda”- “Voglio essere stilista” – “Creare un  proprio  marchio” –  “La Svizzera sale in passerella quale futuro?”  – .  Aiutarli  ad  inserirsi  in  questo  mondo,  una  volta  concluso  il loro percorso formativo è sempre l’ obiettivo primario della CNMS con vetrine di qualità.

photo-FRANCO TARANTO-19

Per  i  giovani  svizzeri   partecipare   alle   scuole   e   accademie  di  moda  e  design  le  rette  sono  molto  elevate   e  tanti  stilisti  nel  passato  oltre  ad  avere  avuto  aiuti dai  genitori  hanno   anche   svolto   altri   lavori   per   pagarsi   gli   studi,   proprio   per   questo   la  CNMS  ha  creato  “HELVETIA ACADEMY”  formazione  e  ricerca creativa  con  un  piccolo laboratorio artigianale dove si cerca di dare un introduzione pratica e concreta nella realizzazione dei capi, che non sostituisce anni di accademie rinomate  nel  mondo  ma  aiuta  in  modo  semplice  e  professionale  alla  realizzazioni  con  tecniche  create  dalla  nota  stilista  Dea  Semadeni appena eletta come nuova Presidente CNMS della Sez. Svizzera Tedesca.

photo-FRANCO TARANTO-11 (2)

La  Svizzera  vanta  una  forte  presenza  nel  settore  industriale  e  manifatturiero soprattutto in termini di produzione di beni di lusso ma è anche terra natia di stilisti che meritano  appoggio e visibilità.  Più  stilisti  della  CNMS  ne hanno beneficiato in passato in modo concreto, cercando di aprire loro delle porte con delle finestre all’ estero Italia  e  Olanda  soprattutto  con  inserimenti  nei  mercati  esteri,  con  diversi  stages. Alla luce degli esiti di questi anni la CNMS si sente sempre più rafforzata e questo la sprona  sulla  stada  imboccata,  quella  della  polivalenza,  del  supporto,  dell’ aiuto  e  della  promozione  del  “Made in Switzerland”.

CNMS

photo-FRANCO TARANTO-5

LA CAMERA NAZIONALE DELLA MODA SVIZZERA SI ESPANDE NELL’ ELITE DELLA MODA EUROPEA!

Nuovo Comitato esecutivo con appendici in Svizzera tedesca e romanda ed approdo in Europa

La Camera Nazionale della Moda Svizzera (CNMS) è in piena espansione, in un contesto molto interessante anche per il promovimento economico regionale. Ieri, nella cornice del Seven di Lugano dove ha la sede tecnica, Swiss Diamond Hotel di Morcote la sede operativa, mentre la sede amministrativa è in Via Carlo Maderno sempre a Lugano, il Presidente Generale Franco Taranto ha presentato le ultime novità.

Da una parte, il nuovo Consiglio Direttivo del quale fanno parte, con lui, i tre nuovi Presidenti delle Sez. Svizzera Tedesca (Sabina Rettich), Francese (Marco Lorenzo Simona), Italiana (Carmelo Spina) nonchè Matteo Poretti (Vice Presidente Generale, consulente legale di aziende legate al Fashion Business) e Sara Beretta Piccoli (Segretario Generale).

Dall’ altra l’ ingresso in qualità di Membro Esecutivo a pieno titolo in rappresentanza unica della Svizzera e con la possibilità di presiedere periodicamente il Consiglio Europeo – nell’ European Fashion Council che raggruppa oltre 1400 compagnie, organizzazioni, designer attivi nel mondo della moda in 20 paesi europei. Durante la conferenza stampa al Seven di Lugano, la CNMS ha infatti confermato di essere entrata nell’esecutivo dell’European Fashion Council, la più alta istituzione europea del settore che rappresenta le principali camere della moda europee.

Grazie a questa intesa, la moda svizzera verrà rappresentata sulle passerelle di tutta Europa, dando la possibilità agli stilisti nazionali di esportare il loro talento e i valori del Made in Switzerland in scenari internazionali.

Inoltre i giovani talenti svizzeri avranno la possibilità tramite la CNMS di ricevere fondi europei in modo da poter sostenere i loro progetti e continuare a coltivare i loro sogni. La Camera Nazionale della Moda Svizzera ancora una volta ha fatto centro.

Il Presidente Generale ha presentato anche il progetto “NEW GENERATION DESIGNER” Made in Switzerland rivolto ai giovani talenti, per promuoverli all’ interno di contenitori di alta qualità, come La nota Kermesse Internazionale Moda sotto le Stelle, dove hanno una visibilità importante e si confrontano con grandi stilisti o il noto Swiss Fahion World.

Lo sguardo rivolto al Primo Cittadino di Lugano, Giampiero Cambrosio, che ha spronato CNMS ha proseguire su questa strada, e al Console Generale Italiano Marcello Fondi che ha assicurato “l’ impegno del Consolato e mio personale a favorire il contatto e la messa in rete di CNMS con le realtà italiane della moda e non solo”. Un primo esempio concreto sara l’ evento organizzato in comune entro fine marzo, i cui dettagli saranno svelati in seguito.

Moda sotto le Stelle dovrebbe invece conoscere (in settembre) un ampliamento su tre giorni coinvolgendo tutto il Centro Città ed il LAC.

Sabine Rettich si occuperà di “valorizzare l ‘organizzazione e l’ imagine del made in Switzerland e portare nel cuore economic del paese”, Marco Lorenzo Simona a “unire in una sola rete I giovani stilisti romandi, replicando magari Moda sotto le Stelle”: Carmelo Spina vede “un gruppo grande, bello, unito, che lavora insieme per aiutare gli stilisti emergenti”. La rete di comunicazione e contatti di CNMS era simboleggiata, alla conferenza stampa di ieri, dall’ abito della conduttrice Kathya Bonatti, intitolato “Via Nassa”, che gioca tra la vocazione storica della strada dei pescatori e l’attuale centro commercial delle grandi “maison” della moda. Alla tradizione erano ispirati – oltre all’ HELVETIA, icona ormai notissima in Patria e all’ Estero – anche due costume regionali “rivisitati” Marco Lorenzo Simona (per il Vaud, utilizzando solo material riciclabile) e Fiorenza Rivera (per Sangallo, con una vertiginosa minigonna). L’ ultima novità è poi il foulard dedicato alla Camera Nazionale della Moda Svizzera della designer Barbara Marthy.

Continua quindi la crescita della CNMS, che sta mostrando la bontà del proprio operato, nel pieno mantenimento dei valori etici e artistici che la moda può e deve avere e trasmettere.